Prestiti 1 ora on line: chi li fa e come richiederli

Ecco dove e come ottenere prestiti in un’ora online

Ottenere un prestito in tempi rapidi può essere un esigenza per chi è in cerca di un finanziamento. Eseguire la procedura di ricerca e di richiesta online può velocizzare molto i tempi, a patto di affidarsi ai siti delle finanziarie e delle banche o ai comparatori più affidabili. È bene tenere presente che l’urgenza potrebbe contribuire a far aumentare i costi di questo tipo di finanziamento. Per questo motivo, approfondiamo il prestito in 1 ora e presentiamo a fondo articolo alcune simulazioni dettagliate.

Trovare prestiti in 1 ora online è più facile usando i comparatori: clicca qui e trova il tuo prestito affidabile e veloce già da ora.

prestiti 1 ora 

    prestiti 1 ora 

    Prestiti 1 ora online: cosa sono?

    I prestiti in un ora sono una forma di finanziamento rapido. Questi rientrano nella categoria del credito al consumo assieme alle carte di credito, ai pagamenti posticipati e alla cessione del quinto. Con un prestito, un consumatore riesce ad acquistare beni e servizi anche se non dispone di somme sufficienti o se preferisce non sborsare la cifra in un’unica soluzione.

    Negli ultimi anni, i siti online delle finanziarie e i comparatori di prestiti permettono di effettuare le fasi della richiesta online. Chi è in cerca di un prestito può impostare i simulatori con le proprie preferenze in quanto a importo del finanziamento e durata del piano di ammortamento, il periodo in cui dovrà ripagare il debito. Di norma, i prestiti sono erogati solo a tassi fissi, con il risultato di ottenere una rata mensile dello stesso importo.

    Questa modalità permette un notevole risparmio di tempi: i dati sono estratti automaticamente dai documenti in formato digitale e inseriti nei software che effettuano le analisi sull’affidabilità del richiedente.

    È possibile richiedere un prestito personale per molteplici motivazioni. Le finanziarie e le banche che li concedono contemplano diversi possibili casi: dall’acquisto di un autoveicolo o di prodotti elettronici, al pagamento di spese sanitarie o per la formazione professionale. A differenza di finanziamenti più ingenti, come i mutui, un prestito può anche essere genericamente richiesto per motivi di liquidità o per riorganizzare i debiti pregressi e accorparli in un unico finanziamento.

    La differenza con i mutui è importante. Un prestito ha importi e durate minori, tipicamente sotto i 75 mila euro e i 10 anni di durata, e procedure più semplificate per la richiesta. Un mutuo, solitamente richiesto per l’acquisto o le ristrutturazioni più complesse di immobili, coinvolge più soggetti, come notai e periti, e più documenti per la sua erogazione.

    Da questa distinzione si comprende come un prestito sia, per sua natura, un finanziamento rapido. L’istruttoria, il processo con cui la finanziaria valuta l’affidabilità del richiedente, è più semplice rispetto a quello del mutuo: chi desidera richiedere un prestito deve presentare un documento di identità e il codice fiscale, oltre a quelli che permettono di valutare la sua condizione reddituale e patrimoniale:

    • Le ultime buste paga, per i lavoratori dipendenti
    • L’ultimo cedolino, nel caso di pensionati
    • L’ultima dichiarazioni dei redditi, per i lavoratori autonomi

    Alcune finanziarie offrono la possibilità di aggiungere al prestito anche un’assicurazione sul credito. Le polizze Credit Protection Insurance (CPI) permettono di tutelare il credito della finanziaria: nel caso in cui il debitore (prestatario) non sia più in grado di ripagare il debito, l’assicurazione provvederà a versare alla finanziaria (prestatore) le somme residue. In questo modo, il prestatario non deve rispondere con i suoi risparmi. La finanziaria non dovrà iniziare azioni di recupero credito o richiedere decreti ingiuntivi per pignorare lo stipendio. Questo tipo di assicurazioni subentra nel pagamento del debito nel caso di alcuni eventi gravi e specifici, come una malattia invalidante, la morte anticipata del debitore o la perdita del posto di lavoro.

    Lo sapevi che si possono trovare prestiti in 1 ora online, simulando il tuo importo e finalità? Dà un’occhiata alle offerte: clicca qui e trova il tuo prestito gratuitamente.

    prestiti in un’ora

    Come ottenere prestiti in 1 ora

    Come detto, i siti online permettono di velocizzare notevolmente la procedura di richiesta di un prestito. L’interessato non deve far altro che navigare sul sito della finanziaria prescelta o di un sito che compari le offerte di più finanziarie. quest’ultima scelta appare più conveniente, per individuare le opzioni migliori.

    I vari simulatori propongono lo stesso procedimento per restituire i risultati. Il cliente deve inserire alcuni dati personali come l’età e il comune di residenza; lo stato lavorativo, l’anzianità professionale e le dimensioni dell’azienda in cui lavora. Se questi è un pensionato, deve essere indicato l’ente che eroga la pensione, sia questo l’Inps o un altro ente, e la data da cui è pensionato. Lavoratori e pensionati devono entrambi inserire il reddito mensile netto e le mensilità percepite.

    Oltre ai dati personali, il simulatore richiede indicazioni sull’importo richiesto e la durata prevista per l’estinzione del debito. in ultimo, è necessario indicare la finalità del finanziamento. La scelta può essere più o meno ampia a seconda delle scelte commerciali della finanziaria. In generale, queste sono le scelte solitamente presenti:

    • Acquisto di auto e motoveicoli, nuovo o usato, normali o ecologici
    • Spese mediche di varia natura
    • Spese per corsi e aggiornamenti professionali
    • Acquisto di strumenti elettrici, elettronici o informatici
    • Pagamento di cerimonie o vacanze
    • Ristrutturazioni immobiliari
    • Liquidità o consolidamento di debiti precedenti

    Inseriti i dati, il simulatore presenta le soluzioni migliori individuate. Solitamente queste sono presentate in ordine di Taeg (tasso annuo effettivo globale) o di rata crescente. Il Taeg è un tasso che calcola il costo totale del finanziamento, comprensivo non solo delle rate ma anche delle altre spese. Questo Taeg permette di comparare prestiti di durata e importo uguali: prestiti con Taeg minori sono meno onerosi nel loro complesso per il richiedente. Può darsi  il caso che il cliente abbia a disposizione una somma mensile precisa che sia meno interessato al costo totale del finanziamento: ordinare i prestiti per il valore della rata permette di comprendere quale sia il prestito massimo per quella data somma.

    Terminata la procedura e scelta l’opzione preferita, il cliente può inserire i propri documenti. A seconda della finanziaria o del sito di comparazione, questa procedura può essere poi lavorata immediatamente o prevedere l’intervento di un responsabile umano che contatti il cliente.

    prestiti on line in 1 oraÈ bene fugare un possibile fraintendimento: una cosa è l’approvazione del prestito; un’altra la sua erogazione. Con l’approvazione, la finanziaria o la banca che erogano il prestito emettono un giudizio sulla concessione del credito. Solo dopo l’approvazione il cliente potrà ottenere l’erogazione sul proprio conto corrente. Per l’erogazione possono trascorrere alcuni giorni: online si trovano servizi che in un minimo di 48 ore possono arrivare ad erogare i fondi.

    Per quanto riguarda i tempi di approvazione, va detto che questi possono dipendere dalle caratteristiche del richiedente. Per un soggetto che presenti un reddito continuo e adeguato, una storia creditizia meritevole e prolungata e faccia richiesta per un prestito di importo e durata congeniali all’offerta della finanziaria, i tempi di una risposta possono essere anche molto rapidi, nell’ordine di grandezze di poche ore.

    Al contrario, per chi presenti una situazione più fragile, l’istruttoria dovrà essere più approfondita. La finanziaria dovranno confrontare i dati ottenuti con il registro cattivi pagatori della Crif o la Centrale Rischi della Banca d’Italia: questi due database raccolgono le informazioni sui finanziamenti che possano aver avuto ritardi o interruzioni nei pagamenti. Per un soggetto segnalato come cattivo pagatore potrebbe essere complicato ottenere un prestito, tantomeno in tempi rapidi.

    Prestiti in un’ora: simulazione e calcolo rata

    Presentiamo alcune simulazioni di prestito divise per importi e durate. Per ciascuna soluzione, scegliamo quella con il tempo totale di erogazione minore.

    Prestito Personale Deutsche Bank Easy

    • Importo erogato: 2.000,00 euro
    • Durata Prestito: 24 rate
    • Rata mensile: 90,91 euro
    • TAEG: 13,38% percento fisso
    • TAN: 8,50% percento fisso
    • Totale da rimborsare: 2.282,87 euro
    • Spese di istruttoria: 0 euro
    • Imposte: 0 euro
    • Tempi di erogazione: 1 giorno

    Prestito Personale Compass

    • Importo erogato: 7.000,00 euro
    • Durata Prestito: 48 rate
    • Rata mensile: 183,29 euro
    • TAEG: 12,49% percento fisso
    • TAN: 10,90% percento fisso
    • Totale da rimborsare: 8.815,48 euro
    • Spese di istruttoria: 105,00 euro
    • Imposte: 16,00 euro
    • Tempi di erogazione: 1 giorno

    Prestito Personale Compass

    • Importo erogato: 12.000,00 euro
    • Durata Prestito: 84 rate
    • Rata mensile: 207,91 euro
    • TAEG: 12,05% percento fisso
    • TAN: 10,90% percento fisso
    • Totale da rimborsare: 17.483,92 euro
    • Spese di istruttoria: 180,00 euro
    • Imposte: 16,00 euro
    • Tempi di erogazione: 1 giorno

    Prestiti on line in 1 ora: sono affidabili?

    I prestiti in un’ora online sono una soluzione finanziaria che può essere utile in caso di necessità di liquidità immediata. Tuttavia, è importante essere consapevoli dei rischi associati a questo tipo di prestito.

    Innanzitutto, i prestiti in un’ora online sono spesso offerti a condizioni meno vantaggiose rispetto ai prestiti tradizionali. I tassi di interesse possono essere più elevati e i vincoli di rimborso più rigidi.

    Inoltre, è importante assicurarsi che la banca, finanziaria o piattaforma di crowdfunding che offre il prestito sia affidabile. È possibile verificare la reputazione dell’istituto finanziario consultando il sito web dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm).

    prestiti online in un’ora

    Finanziarie e piattaforme di crowdfunding: cosa cambia?

    Le banche e le finanziarie sono gli istituti finanziari tradizionali che offrono prestiti. Le piattaforme di crowdfunding, invece, sono piattaforme online che permettono di mettere in contatto persone che hanno bisogno di soldi con persone che sono disposte a prestare denaro.

    Per quanto riguarda i prestiti in 1 ora, le banche e le finanziarie offrono un’ampia gamma di prodotti, con condizioni e requisiti specifici. Le piattaforme di crowdfunding, invece, offrono prestiti più flessibili, ma spesso con tassi di interesse più elevati.

    Articolo scritto da: Fabrizio Pagni

      0 commenti

      Lascia un Commento

      Vuoi partecipare alla discussione?
      Sentitevi liberi di contribuire!

      Lascia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *